[Recensione] L'ultimo faro di Paola Zannoner edito DeA




Buongiorno PausaLettori oggi vi parlo della mia ultima lettura. Un libro che sostava nel mio Kindle da un po' di tempo e che aspettava solamente di essere letto. 


Titolo:L'ultimo faro
Autore: Paola Zannoner
Edito : DeA
eBook:€ 6,99
Cartaceo :14,90

TRAMA:
Un bellissimo faro sul mare e tre settimane di vacanza. Per quattordici ragazzi sta per iniziare un’estate magnifica. Un’estate di amicizie, amori e anche piccoli dissapori. Ognuno di loro ha una storia diversa alle spalle, una ferita da nascondere, un segreto da custodire. Come Samuele, sempre pronto ad attaccare briga con tutti; o Fran, che è così timida da non riuscire a parlare con nessuno; o ancora Ahmed, il ragazzo scappato dalla guerra… E poi c’è Lin, tredici anni e un numero di assenze ingiustificate sufficiente a farsi cacciare da scuola. Dalla vita ha imparato due cose: la prima è che non bisogna mai abbassare la guardia, la seconda è che non ci si può fidare di nessuno. Per questo Lin preferisce starsene per conto proprio piuttosto che fare amicizia con i compagni. Ma una scoperta nella cava di pietra ai piedi del faro cambia tutto: uno strano graffito che mette Lin sulle tracce di una misteriosa e romantica storia d’amore. E così, tra calde giornate d’agosto e meravigliose notti stellate, Lin avrà bisogno di tutto l’aiuto dei suoi amici per riallacciare gli ingarbugliati fili del passato, scoprire la verità e vivere un’avventura che la cambierà per sempre.



RECENSIONE:
Il modo migliore per capire e per capirsi è il dialogo. "Consapevolezza" , si chiama la vacanza estiva che vede protagonisti quattordici ragazzi dai dodici ai quindici anni  . Quattordici ragazzi e ragazze sconosciuti,  ma con un comune denominatore , quello di riuscire ad imparare a prendere consapevolezza di loro stessi , dei propri limiti , delle proprie insicurezze e delle proprie paure . Un confronto tra realtà diverse che si troveranno a condividere le proprie storie . In un luogo dove la tecnologia non è ammessa,  i quattordici ragazzi saranno costretti a parlare , dialogare e a riscoprire il bello di ciò che li circonda  , ma sopratutto saranno metaforicamente guidati dalla luce di un faro dalla sua storia e dai suoi segreti .
Scritto con la conoscenza di chi , esperienze del genere le vive tutti i giorni , questa è una lettura che consiglio come genitore e che consiglierei ad una fascia di età adolescenziale. Apre gli occhi su un qualcosa che forse la  vita frenetica di tutti i giorni ci ha fatto perdere, ovvero l'importanza di ascoltare e di ascoltarsi.

LA MIA VOTAZIONE:



Nessun commento:

Posta un commento